Fiori per funerale: il linguaggio dei fiori in questa occasione.

Si sa, i fiori hanno un loro linguaggio e anche per un funerale ci sono fiori più adatti di altri.
Anche in questa occasione esiste un bon ton che è utile conoscere per non sbagliare le “parole in petali”. 

Generalmente è bene affidarsi al consiglio o dell’impresa funebre che già collabora con fioristi esperti, oppure chiedere direttamente al proprio fiorista di fiducia che certamente saprà indirizzare la scelta verso la composizione floreale migliore. In genere è bene evitare composizioni troppo roboanti: l’occasione impone misura.

È preferibile utilizzare fiori recisi di stagione ed è meglio evitare cose troppo originali come composizioni con verdure ornamentali: per quanto belli e simili a fiori, gli ortaggi rischiano di avere un aspetto poco indicato.

In genere si preferiscono composizioni floreali che si basano su un paio di tonalità di colore evitando di eccedere con le armonie cromatiche.
Già, ma in soldoni, quali fiori si portano a un funerale?

Ecco alcuni consigli utili:

Fiori da funerale: il galateo

Tra i fiori da funerale alcuni sono davvero dei “must” in ogni composizione: le rose sono i fiori più gettonati tra quelli disponibili. Meglio evitare quelli rossi, colore della passione che potrebbe stonare in un’occasione del genere.
Sono da preferite i toni bianchi, del burro o comunque molto tenui.

Generalmente si usano rose gialle per gli uomini e rose rosa per le donne, ma non è un obbligo. Evitate quelle dipinte magari di blu o di colori fittizi: sono poco eleganti.

Se volete esprimere affetto per il defunto utilizzate calle, meglio bianche anche se ne esistono di colorate.

I gigli bianchi invece sono simbolo di purezza, meglio utilizzarli soprattutto per le persone giovani, per chi è più attempato scegliete delle tonalità più morbide.

Anche i gladioli hanno molte varianti di colore: se puntate su una composizione con delle verticalità (adatte a una ciotola da lasciare ai piedi della bara) scegliete tonalità chiare. 

Se per qualche motivo non potete partecipare al lutto, il colore di base della vostra composizione floreale deve essere il viola, a simboleggiare la vostra partecipazione emotiva.

Le orchidee sono fiori molto duraturi che vengono talvolta usati nelle composizioni funebri, sono fiori interessanti che offrono delle varietà di colore candide, indicate per le celebrazioni.

I crisantemi sono per antonomasia il simbolo del lutto e della vicinanza al dolore condiviso, è un fiore perfetto soprattutto nei mesi autunnali e invernali.

In generale, se volete inviare dei fiori per un funerale, fateli recapitare nella camera ardente il giorno prima della celebrazione, o eventualmente il giorno dopo il funerale: la famiglia il giorno stesso sarà così presa dall’evento da non avere il tempo per apprezzare il vostro gesto.

Religione diversa, diverse usanze

Ogni religione ha usanze diverse anche in merito ai riti funebri e a come viene interpretato il simbolo floreale.

In alcune celebrazioni, come in quella ebraica, ad esempio, è bene non inviare fiori perché i sette giorni successivi al funerale non devono essere disturbati in alcun modo. O nella religione islamica è meglio verificare con la famiglia le usanze per non rischiare di offendere con un gesto che si pensa essere appropriato per poi scoprire che non lo è.

Per qualsiasi dubbio comunque siamo a disposizione coi nostri collaboratori per rendere anche questo servizio il più puntale possibile.

Leave a Comment

Your email address will not be published.